Facendo finta di essere a dieta

Questo piatto di cui ignoro totalmente il nome ha origini greche, è una ricetta vegetariana e siccome lo faceva mia nonna ho deciso di chiamarlo Marina come lei, anche se non sono previsti pesci nella ricetta.

Mettiamo che vi piaccia la cipolla e che come al solito dovrete mettere in piedi un piatto che non preveda carne all’orizzonte facendo finta di essere a dieta, questo è il piatto giusto per voi.

Ho preso una cipolla di tropea e l’ho tagliata a pezzi non troppo piccoli, l’ho messa a soffriggere (si fa per dire visto che non ho usato olio) sulla padella antiaderente, per evitare di farla attaccare ho usato  un pochino acqua al posto dell’olio (circa una tazzina da caffè).

Quando ho iniziato a sentire il rumorino tipico della cipolla che frigge – ora capisco il famoso detto toscano “un si frigge mica con l’acqua!”- ho preso un pugno di riso basmati e ho mischiato il tutto ripetutamente per non farlo attaccare, ho allungato ancora, stavolta con un bicchiere intero di acqua, fiamma bassa ma non troppo. Considerando il tempo normale della cottura del riso ho lasciato questo pastrocchio in cottura per almeno una diecina di minuti. A questo punto ho aggiunto gli spinaci freschi, a occhio circa 200g e ho lasciato amalgamare il tutto continuando a mescolare per evitare di ritrovarmi un Pollock per pranzo.
Ho continuato a mescolare fino a 5 minuti dopo che gli spinaci avevano preso il tipico aspetto degli spinaci cotti, avete capito come no? Ecco, così come nella foto.

Ora lo so che siete scettici, lo ero anche io. Mettete tutto in un piatto, prendete un limone e spremetelo sulla pietanza. Io sono ghiotta di limone quindi sono stata abbondante ma anche mezzo può bastare.
Mischiate un’ultima volta e buon appetito!

——————————————————————————————–
Ingredienti:

1 CIPOLLA DI TROPEA (ma secondo me è buona anche con altri tipi di cipolla)
200g di SPINACI FRESCHI (siate elastici, dipende da quanta fame avete!)
1 pugno di RISO (che equivale più o meno a 3/4 del bicchierino piccolo di nutella)
ACQUA (serve per non far attacare il cibo alla padella, non esagerate ma fate attenzione)
1/2 LIMONE spremuto

——————————————————————————————–
Ora io ho deciso di evitare i formaggi ma la ricetta originale – ringrazio mia madre per avermela passata – prevede del formaggio Feta sbriciolato sopra e un soffrittino vero, con l’olio.
Sicuramente questo cambia di molto il sapore, se lo fate poi fatemi sapere com’è.

*     Per questa ricetta è stata sporcata una sola padella
**   Dosi per 1 persona
*** Grazie a mia madre che mi ha suggerito la ricetta originale di mia nonna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...