Riempitivi

Il render è sempre un buon momento per scrivere, lavare i piatti, sgranchirsi le gambe, insomma è quel che fa di noi dei falsi fannulloni

Non ho molta voglia di scrivere in questi giorni e onestamente non so cosa verrà fuori nei prossimi venti minuti che sono poi il tempo del render che sto facendo or ora.

Probabilmente anche questo post farà la fine degli altri recenti tentativi: finirà nel cestino!
A te l’ardua sentenza, se lo stai leggendo conosci già il suo destino.

Mi è passata un po’ la voglia di scrivere perché mi vengono in mente solo cose poco costruttive e quelle in quanto tali non servono a niente.
Non ho mai amato i blog che riprendevano pedissequamente un testo di una canzone, un videoclip, storie tristi, gente che si taglia le vene. A proposito vi è mai capitato di imbattervi in un blog di una quindicenne che si taglia? A me si, c’è veramente un mondo e dovreste vedere quante fans del genere… altro che directioner! Paura eh?!

Crisi da foglio bianco? Zero voglia di condividere col mondo?
Volendo però potrei riempire di contenuti a caso questo post, così per rimpolpare un po’ le attività, mi faccio salvare da un Lorem Ipsum!

Cos’è un Lorem Ipsum? In pratica si tratta di questo:

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Pellentesque pellentesque dignissim lorem, ac commodo eros lacinia et. Etiam vel dui mi, nec sodales elit. Nulla vel nisl in arcu vulputate auctor a eget eros. Phasellus rutrum, dolor a feugiat volutpat, augue mauris posuere nisl, in volutpat lorem erat quis ante. Mauris non molestie enim. Vestibulum condimentum, diam in pharetra fermentum, nisi orci faucibus felis, sed sagittis neque mauris ut ipsum. Ut sed lorem sit amet est pharetra laoreet. Sed metus eros, ultricies et ullamcorper et, pellentesque sed turpis. Nunc risus diam, viverra nec semper nec, ultrices nec massa. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. 

In sostanza non significa un bel niente, è un semplice riempitivo che serve a quelli che lavorano nei vari rami della grafica per riempire appunto degli spazi, dire senza dire, è un raffinato bla bla bla apolitico.

Pare si tratti di una storpiatura in latino di un testo di Cicerone e sembra che addirittura sia stato usato la prima volta più di 5 secoli fa, che robbetta eh?!

Tutti dovrebbero avere a disposizione un lorem ipsum di scorta nel portafogli, tra il preservativo e la carta di identità, pronto all’uso come più ci serve.
Così in quelle situazioni fuori dalla nostra portata, quando non sappiamo cosa dire o l’argomento è troppo alto per sostenerlo partiamo in modalità Mascetti, solo che la supercazzola è troppo sputtanata ormai, noi spariamo alto, parliamo uno pseudo latino, mica pizza e fichi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...