E tu te li ricordi i floppy disk?

catapultato in un mondo non troppo lontano dal 2011 e che la tecnologia ha silenziosamente scalzato, un mondo fatto di musicassette, vhs e floppy disk.

Tutte cose che i trentenni come me e come Nick Gentry conosco bene, forse mia cugina in piena adolescenza non sa nemmeno di cosa stia parlando.
Abbiamo riempito un sacco di buste dell’immondizia quel giorno, ma a Diana ho chiesto di poter portare via con me quella manciata di floppy disk che ancora conservava tra le sue scartoffie, non sapevo ancora cosa farne ma senza peccare di presunzione, ci vedevo del potenziale in quel mucchio di vecchi bit.

Forse lo stesso è stato per Nick Gentry che oltre a sentire quella carica emotiva ha deciso di sfruttarla e di creare qualcosa di nuovo con i vecchi obsoleti floppy disk. Nascono così i suoi ritratti, la plastica diventa tela, il disco magnetico diventa lo sguardo inquietante dei suoi soggetti.

La mia manciata di floppy disk è ancora dentro quella busta, in un angolo della stanza ma forse ora so cosa farne.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Daphne ha detto:

    Evidentemente quei floppy stavano aspettando proprio te… 😀

    Mi piace

  2. Mariantonietta ha detto:

    e allora bisogna ringraziare Diana per la sua mania di conservare qualunque cosa!! 😉

    Mi piace

  3. Daphne ha detto:

    In fondo, ogni oggetto ha una storia da raccontare! 😉
    Diana forse è un po' maniaca… ehehehehehe… ;-D

    Mi piace

  4. aRi(A) ha detto:

    bella storia! 🙂 Riciclo artistico!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...